#SentiChiParla: intervista a Fabiana Pozzi, creatrice di leggerezza

Si lo so, è la terza intervista di fila che ti propongo per la rubrica #SentiChiParla ma proprio non riesco ad aspettare!

Le ragazze che ho contattato finora mi hanno gentilmente risposto in tempi brevissimi e io nel frattempo non ho avuto tempo per scrivere nuovi articoli su altri temi, quindi eccoci qui con una nuova intervista.

La protagonista di oggi è Fabiana Pozzi, counselor e floriterapeuta che si occupa di crescita personale al femminile. La sua missione è aiutare le donne a riconnettersi con la propria unicità, riconoscere il proprio valore e ritrovare il proprio benessere personale.

Ed è per questo motivo che ama definirsi Creatrice di Leggerezza!

Come nel caso di Sharon, ho conosciuto Fabiana sempre grazie alla Rete al Femminile di Monza ed è stata una delle persone con cui mi sono trovata molto bene fin da subito.

Qualche mese fa poi le ho proposto di collaborare, ispirata dalla sua dolcezza e dal suo mondo tutto incentrato sui Fiori di Bach.

E da allora è la mia spacciatrice ufficiale 😉

Ma non mi dilungo oltre e lascio la parola a lei, spero che le sue risposte riguardo la nostra esperienza insieme ti possano aiutare nel fare un pò di chiarezza su cosa significa collaborare con un’Assistente Virtuale!

Quali ragionamenti riguardo il tuo business ti hanno portato alla decisione di collaborare con un’Assistente Virtuale?

Da circa un annetto sono venuta a conoscenza, tramite Monica, di questa nuova figura professionale, quella dell’assistente virtuale, che a mio avviso ricopre un ruolo davvero utile per una libera professionista.

Non mi ero ancora rivolta a lei perchè essendo agli inizi della mia carriera professionale non avevo ancora il budget giusto per poterlo fare.

La possibilità di alleggerire un po’ il mio carico di lavoro rispetto ad alcune attività però mi stuzzicava sempre più e così, dopo aver approfondito la conoscenza di Monica nella rete al femminile Monza, è arrivata l’opportunità.

Quali attività hai deciso di delegare? Come sei arrivata a questa scelta?

Al momento ho deciso di delegare la pubblicazione degli articoli del blog e la relativa ricerca delle immagini.

Essendomene sempre occupata io so in cosa consistono queste attività e delegarle mi ha permesso di dedicare lo stesso tempo ad altre prioritarie. E quindi di ottimizzare la gestione del mio business.

In che modo hai scelto di investire il tempo che hai risparmiato grazie a questa collaborazione?

Sono diverse le attività su cui mi sono concentrata:

  • le consulenze individuali di counseling e di Fiori di Bach che svolgo giornalmente con le mie clienti;
  • il lavoro di preparazione che svolgo rispetto alle consulenze di cui sopra;
  • la creazione di corsi-progetti da dedicare alle donne che scelgono di migliorare la propria vita creando in essa leggerezza;
  • la creazione di contenuti utili per i miei post, la mia newsletter e gli articoli del mio blog;
  • la pianificazione, l’attività di marketing e la lettura per alimentare la mia creatività.

Quali step e procedure, a tuo avviso, sono fondamentali per impostare una buona collaborazione?

Per una buona collaborazione secondo me occorrono 3 elementi:

  • Fiducia: un valore per me fondamentale nella vita di tutti i giorni, sia in ambito personale che professionale;
  • Comunicazione: ritengo che sia importante per ogni persona mantenere la propria autenticità e sentire di potersi confrontare senza problemi con chi sta dall’altra parte. Poter esprimere con serenità ciò che funziona bene nella relazione e ciò che potrebbe essere migliorato è per me un passo davvero fondamentale;
  • Sintonia: quando penso a questa parola mi riferisco ad una forma di feeling che solitamente capisci subito se c’è. Sintonia nei tempi, nelle parole, nei modi.

Sulla base di quali caratteristiche personali e lavorative hai basato la tua scelta?

Sono abituata ad ascoltare il mio intuito e le sensazioni del mio corpo, e questo mi permette di accorgermi se non sento feeling con una persona. Con Monica è accaduto il contrario.

L’ho percepita fin da subito come una persona morbida e in linea con me, e questo mi ha permesso di continuare ad avanzare verso di lei.

Cosa ti senti di suggerire ad altre professioniste online che vogliono investire in una collaborazione di questo tipo ma non sono ancora convinte?

Una sola cosa: suggerisco di provare, di fare un’esperienza, partendo magari anche con la delega di una piccola quantità di lavoro. Si accorgeranno del valore che porteranno a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*